Pinoy’s Offal #1 / Frattaglie Filippine #1

Public transportation in Manila is an experience that everybody should try, especially jeepneys. Jeepneys look like sharp colorful tanks, ready to shoot awful hip hop gangsta music and honks that sound like animals from the jungle. Sometimes it feels like zipping through the ruins of a polluted city inside a mobile disco. Decorations are equally funny and trashy, from skulls to religious icons or “on theme” (i.e. Spongebob, Batman) graphics. In the middle of this caos, with trickshaws overtaking from the right jumping on a sidewalk and street-children running to cross the street between wild traffic, I had a brilliant revelation. On the side of a red jeepney I read the sign: “Be all that you can be”. Besides being taken out from an old American army commercial, the sentence could perfectly sum up the whole pop culture we are living in (which is basically based on American military culture too). Cheerful attitude and illusion of invincibility – from someone who earns a living out of a crappy job – that’s what is all about.

jeep

I trasporti pubblici a Manila sono un’esperienza assolutamente da provare, specialmente le jeepneys. Le jeepneys sembrano piccoli carri armati appuntiti, pronti a sparare orrendo hip hop gangsta e clacson spaccatimpani con suoni di animali della foresta. A volte sembra di sfrecciare tra le macerie di una città martoriata in una discoteca mobile, con le lucine colorate all’interno e i bassi che pompano a tutto volume. Le decorazioni sono ugualmente pacchiane, dai teschi alle icone religiose o grafiche a tema tipo Spongebob e supereroi. Nel mezzo di questo casino, coi tricicli che sorpassano sulla destra saltando sui marciapiedi e i bambini di strada che si divertono ad attraversare di corsa nel traffico selvaggio, ho avuto una rivelazione. Sul fianco di una jeepney rossa ho letto la scritta: “Be all that you can be”. Al di là del fatto di essere stata presa da una vecchia pubblicità dell’esercito americano, la frase riassume perfettamente l’intera cultura pop in cui viviamo (che è poi a sua volta frutto della cultura militare americana). Attitudine spensierata e illusione di invincibilità – da qualcuno che si guadagna da vivere con un lavoro di merda – questo è quello che conta.

Ulteriore traduzione: svegliarsi al mattino e respirare aria pura, oppure appannarsi gli occhi inalando colla o insetticida, sono praticamente la stessa cosa.

Annunci

Un pensiero riguardo “Pinoy’s Offal #1 / Frattaglie Filippine #1

  1. L’ha ribloggato su mestolatee ha commentato:
    Informazione di servizio: mestolate partecipa ad una joint venture con un sito che presto conterà parecchio. In particolare, contribuiremo con delle rubriche di storie di poveracci sparsi per mezzo mondo, a cadenza completamente casuale. Questa volta in inglese e traduzione italiana. Vi invitiamo a seguire https://callmeishmael.net/ per ulteriori dettagli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...